EVOLUZIONE HAWKING: I BUCHI NERI POTREBBERO NON ESSERE REALI. In evidenza

28 Gennaio 2014 By In Esteriore

L’ultima evoluzione del suo pensiero, lo ha esternato sulla rivista scientifica “Nature”: i buchi neri potrebbero non esistere o perlomeno non essere quello che sinora si è creduto. Non siamo dinanzi ad una improvvisa follia dell’astrofisico più famoso del mondo ma davanti ad un vero e proprio sviluppo delle sue convinzioni sul funzionamento dell’universo.

Se finora un buco nero era sinonimo di un oggetto con una massa tale ed una gravità talmente potente da non permettere nemmeno alla luce di uscire, ora lo stesso viene considerato dallo scienziato come una massa che imprigiona solo momentaneamente l’energia e la materia presente nel cosmo, per poi rilasciarla in una forma più complessa. Questo non vuol dire necessariamente che per l’uomo sia possibile attraversarlo come se fosse un portale o un tunnel di collegamento con altre parti dell’universo o dimensioni ma solo che le particelle che si trovano ad entrare nell’orbita di un buco nero oltre ad essere ingurgitate potrebbero successivamente fuoriuscire dallo stesso in una forma più articolata. Cosa vuole intendere Hawking? Che siamo forse vicini alla conferma di una scoperta epocale? E’ ancora presto per dirlo.

Lo stesso Hawking, in effetti, modera il suo entusiasmo dichiarando che la nuova teoria non è sufficiente a comprendere appieno il meccanismo dei buchi neri: ciò sarebbe possibile soltanto attraverso lo sviluppo di uno studio in grado di unificare tutte le forze presenti nell’universo.

Letto 881 volte Ultima modifica il Martedì, 28 Gennaio 2014 14:57

1 commento

Devi effettuare il login per inviare commenti

Newsletter

Assicurarsi di non perdere nessuna novità e curiosità iscriviti alla newsletter.

Contatti

i Nostri Contatti

  • Telefono: 328 5884469

Seguici

Ci trovi anche sui  Social Networks. Seguici con un Click